Fuma marijuana e invoca la filosofia rasta
Automobilista nigeriano denunciato dalla polizia

Ha provato a giustificare l’uso di marijuana con motivi filosofico-religiosi, riconducibili al movimento rasta. Una difesa che non è bastata a un automobilista nigeriano di 33 anni per evitare il sequestro amministrativo dell’auto, il ritiro della patente e la denuncia per guida sotto l’effetto di droghe e per rifiuto di sottoposizione al test di accertamento sanitario. Fermato per un controllo dalla polizia in via Roncioni, l’uomo aveva mostrato i segni dell’assunzione di droga: occhi arrossati, sguardo assente e un forte odore di cannabis proveniente dall’abitacolo. Proprio all’interno dell’auto, gli agenti hanno trovato, nascosti in un pacchetto di sigarette, due involucri con 5 grammi di marijuana. Il nigeriano è stato anche segnalato alla Prefettura di Prato quale abituale assuntore di stupefacenti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*