Vicenda Sasch, rottura delle trattative fra sindacati e proprietà

Rottura delle trattative fra i sindacati di Cgil, Cisl e Uil e la proprietà della Sasch. La discussione fra le parti si è arenata sulla questione del pagamento degli stipendi ai 390 dipendenti del gruppo. I sindacati hanno chiesto lo stesso trattamento per tutti i lavoratori ed il pagamento di almeno una mensilità, dopo che la proprietà aveva fatto sapere che non c’erano soldi a sufficienza per pagare tutti gli stipendi, ma soltanto quelli degli 80 dipendenti delle aziende Trt e Gommatex Poliuretani. I sindacati hanno definito inaccettabile la proposta avanzata dall’azienda, ovvero 500 euro a dipendente a patto che i sindacati accettassero l’accordo e i lavoratori firmassero la liberatoria. Per questo Cgil, Cisl e Uil hanno abbandonato il tavolo della trattativa, che riprenderà il prossimo 10 dicembre con un incontro in Regione.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*