Montemurlo, donna trovata morta in strada. Forse una caduta accidentale

Secondo il medico si è trattato di una caduta accidentale. Certo è che ha dell’incredibile la morte di Barbara Rivi, 46 anni, di Montemurlo. La notte di San Silvestro è stata trovata senza vita sul marciapiede di via San Babila, una via un po’ marginale, tipo vicolo, a Oste di Montemurlo, a cento metri dalla sua abitazione. Aveva ferite alla fronte e al naso ed è stata trovata riversa in un lago di sangue. Inizialmente, per lo stato del ritrovamento, i soccorritori hanno pensato ad una aggressione, ma nel giro di poche ore i carabinieri hanno concluso che si è trattato di una morte accidentale.
La Rivi, intorno alle 21, ha detto al fratello Sauro, col quale viveva, che sarebbe uscita per portare fuori il cane. Dopo circa un’ora la donna è stata trovata da un vicino senza vita e riversa sul marciapiede. «Alle 20,30 non l’abbiamo vista rientrare – ha spiegato il fratello al quotidiano “Il Tirreno”- e così abbiamo deciso di andarla a cercare. Poco dopo le 21 siamo usciti e subito abbiamo visto il lampeggiante dell’ambulanza dall’altra parte dei giardini. Ho visto anch’io quelle ferite al volto, non so che cosa pensare e in quel momento ero troppo sconvolto per riflettere».
Secondo il medico la donna sarebbe caduta accidentalmente, ferendosi al volto e rompendosi il naso. La morte sarebbe poi sopraggiunta per una crisi epilettica e conseguente soffocamento.La presenza di alcune confenzioni di vino e superalcolici nella strada accanto al cadavere ha fatto dire a qualcuno che la donna avrebbe esagerato con l’alcol. Ma il particolare non è al momento confermato.
Barbara Rivi non era sposata e non aveva figli. Da poco più di un mese aveva perso la madre (viveva con lei e il fratello in via Toti a Montemurlo) e fino a qualche tempo fa aveva lavorato al Lanificio Fedora di Prato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*