Carni stese ad essiccare nel capannone cinese

Tre capannoni in via Verbano, a Galciana, sono stati posti sotto sequestro ieri dalla squadra interforze, nell’ambito dei controlli contro l’illegalità economica cinese. Nelle tre ditte di confezioni, in condizioni igienico sanitarie precarie (nella foto, le carni stese ad essiccare), sono stati trovati complessivamente 5 cinesi irregolari su 31 operai al lavoro. Due titolari sono stati denunciati per sfruttamento di manodopera clandestina; la polizia municipale ha provveduto anche al sequestro amministrativo di 90 macchine per cucire e ha sanzionato gli imprenditori con multe per circa 6 mila euro. Anche stavolta, nelle fabbriche sono state trovate e rimosse 10 bombole di gas accatastate in modo pericoloso a ridosso di un altro stabile. Al controllo interforze ha partecipato anche una troupe della televisione nazionale tedesca Deutsche Welle, che sta realizzando un reportage sulla comunità cinese di Prato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*