25 aprile, tutte le celebrazioni
della Liberazione a Prato
e provincia

Le celebrazioni organizzate dal Comune di Prato per il 25 Aprile, 66° anniversario della Liberazione nazionale, inizieranno la mattina con il corteo per le vie del centro storico e si estenderanno al pomeriggio con il concerto della Filarmonica Mascagni. La cerimonia avrà inizio alle  8.30 con la deposizione delle corone ai monumenti ed ai cippi dedicati ai Caduti, cui seguirà l’Alzabandiera a cura della associazioni Combattentistiche e d’arma. Alle 9.30 la Messa in Cattedrale e alle 10.30, dopo il raduno in piazza del Duomo, avrà inizio il corteo per le vie del centro storico, al quale parteciperanno il prefetto Maria Guia Federico, il sindaco Roberto Cenni, il presidente della Provincia Lamberto Gestri, il presidente di Anpi Ennio Saccenti, le autorità militari della città e la Filarmonica Otello Benelli. Nel pomeriggio, alle 16.15 in piazza delle Carceri, si svolgerà la cerimonia dell’Ammainabandiera e infine alle 17 in piazza del Comune si terrà il concerto bandistico della Filarmonica Pietro Mascagni.

In Vallata le tre amministrazioni comunali si riuniscono a Vaiano per celebrare la Festa della Liberazione. La manifestazione vedrà la partecipazione delle autorità di Vaiano, Cantagallo e Vernio, ex sindaci valbisentini, rappresentanti dell’Anpi, ex partigiani, sindacati, Spi, esponenti dei partiti politici del territorio, con l’accompagnamento della Banda di Schignano. La manifestazione inizia alle 9,30 con il ritrovo in piazza del Comune; alle 10, alla Badia di Vaiano è prevista la messa in suffragio dei caduti; poi alle 10,30 il corteo attraverserà le principali strade del territorio comunale, dal viale Fratelli Rosselli a via Vannoni, poi via Braga fino alla piazza del Monumento, dove alle ore 11 sarà deposta una corona d’alloro e verranno letti alcuni brani tratti da libri e ricordi partigiani.

A Montemurlo le celebrazioni prevedono alle ore 10 la deposizione in piazza della Libertà di una corona d’alloro in ricordo dei caduti. Nel pomeriggio, alle ore 17, in sala Banti, i Formaggini Guasti propongono un adattamento teatrale del libro di Dunia Sardi “La Ragazza con la farfalla sulla testa”, il racconto struggente di una bambina che aspetta con ansia il ritorno del padre dalla guerra.

A Poggio a Caiano l’Amministrazione Comunale renderà onore ai caduti con due cerimonie: alle 10 in piazza dei Caduti a Poggetto e alle 11 in piazza XX settembre a Poggio a Caiano. Parteciperà la Filarmonica G. Verdi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*