da lunedì pugno duro per chi non rispetta i limiti di velocità

La Polizia municipale dà il via alla campagna contro l’alta velocità 2011: nelle strade a più alta incidentalità del territorio saranno intensificati i controlli con telelaser e autovelox. Si parte la prossima settimana dalla Circoscrizione sud. Nonostante nel 2010 si sia registrata una netta diminuzione dei sinistri stradali, una delle cause di maggiore incidentalità sulle strade pratesi continua ad essere infatti la velocità, come dimostra anche l’aumento delle multe per superamento dei limiti consentiti.
I controlli cominceranno appunto all’inizio di maggio a partire dalla Circoscrizione sud: ogni settimana le pattuglie motociclistiche effettueranno controlli a rotazione nelle Circoscrizioni con autovelox e telelaser, posizionandosi nelle strade dov’è stata rilevata la più alta incidentalità. Secondo l’organizzazione del servizio e dove la normativa lo consente, le violazioni saranno contestate immediatamente per poter procedere subito al ritiro ed alla sospensione della patente quando  prevista dal Codice della Strada. «Obiettivo della campagna non è certo fare cassa – afferma il Commissario Gioni Biagioni, responsabile del Reparto Pronto Intervento, – ma fare da deterrente nei confronti di chi schiaccia troppo sull’acceleratore. Tutte le settimane comunicheremo in via preventiva in quale Circoscrizione si effettueranno i controlli».
Le postazioni saranno individuate da due cartelli di avviso, uno preventivo, posizionato ad una distanza regolamentare, ed uno posizionato direttamente sul luogo di installazione, proprio per garantire la massima prevenzione.

1 Commento

  1. Secondo me tutti questi controlli con apparecchi eletronici sono un po’ esagerati, perchè mettono un po’ troppo sotto pressione le persone che guidano ,anche se nella nostra provincia penso che siamo ancora nella norma,mi viene da pensare a quei minorenni che sabato anno aggredito le forze dell’ordine a grosseto ,a un normale controllo,ma la vera prevenzione da fare non ne sento mai parlare e cioè costruire macchine meno veloci che ovviamente consumerebbero anche meno = inquinare di meno ecc…e l’ambiente ringrazierebbe.Ma ovviamente si va a toccare degli interessi che non si può nemmeno nominare e quindi avanti cosi macchine velocissime=multe salatissime.e poi ci dobbiamo meravigliare se la gente scappa,in tempi di crisi cosi….
    ciao mario

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*