Capannone cinese sequestrato a San Paolo dopo gli esposti dei residenti

Un capannone cinese è stato sequestrato questa mattina a San Paolo dalla squadra interforze. Il controllo nella ditta di confezioni, scattato dopo gli esposti dei residenti, ha ravvisato una situazione di degrado e varie irregolarità. Nei locali erano stati ricavati 14 posti letto con la costruzione abusiva di soppalchi e 9 cubicoli dormitorio. Dei 10 cittadini orientali identificati, 5 erano irregolari e privi del contratto di lavoro. Il titolare della ditta, un 33enne cinese, è stato denunciato per impiego di manodopera clandestina e l’attività è stata sospesa. Sono state inoltre rimosse quattro bombole di G.p.l. pericolose, ed elevate sanzioni amministrative a causa dell’assenza del registro di carico e scarico in materia di rifiuti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*