Inchiesta bretella Prato-Signa,
Rossi: “I lavori alla cieca con me non partono”

“Abbiamo tenuto un comportamento improntato alla tutela dell’interesse pubblico. Non abbiamo fatto partire i lavori nel corso del 2010 perché i lavori alla cieca con me non partono”. Lo ha detto il presidente della Regione Enrico Rossi, riferendosi all’inchiesta sulla bretella autostradale ‘fantasma’ Lastra a Signa-Prato. “Abbiamo deciso di prendere due strade – ha detto ancora Rossi -: la rescissione del contratto, e in questo caso avvieremo le pratiche per recuperare i 28,9 mln che la Giunta aveva anticipato nel 2006 e stiamo verificando se ci sono le condizioni per poter rivedere quel progetto per riportarlo a costi ragionevoli. La nostra volontà – ha concluso – è realizzare la strada, ma se non ci sono le condizioni ritireremo la convenzione”. In merito all’inchiesta sulla bretella Lastra a Signa-Prato, interviene anche il consigliere regionale della Lega Nord Toscana, Gian Luca Lazzeri.
“Chiediamo che il Presidente Rossi confermi la priorità dell’opera e che in Consiglio Regionale venga data ampia informativa su tutti i passaggi burocratici e amministrativi che vi sono stati. Chiediamo inoltre – conclude Lazzeri –, che Rossi riferisca in Aula sulla sorte e il futuro dei finanziamenti concessi, nonché sulle garanzie che assistono i finanziamenti della Regione”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*