Il ‘cantiere’ di Alter Mundi si arricchisce
di due nuove iniziative

Dopo la partenza nelle settimane scorse, con la presentazione del Rapporto Immigrazione, il ‘cantiere’ di Alter Mundi che quest’anno prevede una nuova formula pensata per offrire più tempo e spazio alla partecipazione, si arricchisce di due nuove iniziative. Da martedì 22 novembre parte infatti la rassegna Alter Cinema al Terminale che come primo appuntamento propone il suggestivo “Terra di mezzo” di Matteo Garrone, mentre è in programma a palazzo Buonamici per sabato 26 novembre un convegno che, in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, affronta il tema della violenza di genere declinato sull’intercultura.
Alter mundi, organizzato dalla Provincia di Prato in collaborazione con Asel, l’Osservatorio immigrazione e il Forum Provinciale del Terzo Settore, nell’edizione 2011 si trasforma da evento in itinerario, offrendo momenti di incontro riservato alla discussione e l’approfondimento lungo un percorso di appuntamenti che si susseguiranno fino a febbraio 2012.

ALTERCINEMA – La rassegna propone sei incontri per stimolare, attraverso la suggestione delle immagini, una riflessione sul tema dell’intercultura. Prima delle proiezioni sarà possibile degustare un buffet multietnico preparato dalle associazioni di migranti. Tutti gli appuntamenti – a ingresso gratuito – inizieranno alle 20 al cinema Terminale (via Carbonaia 31); il contributo di 5 euro per il buffet è destinato alle associazioni che organizzano la serata. Dopo il primo appuntamento del 22 novembre si prosegue martedì 29 novembre con “Sotto il Celio azzurro” di Edoardo Winspeare e Paolo Carnera, sarà presente Paolo Carnera, co-autore e direttore della fotografia. Il 20 Dicembre è la volta di “Tutti per uno” di Romain Goupil; il 24 Gennaio sarà proiettato “Giallo a Milano” di Sergio Basso, sarà presente il regista; il 7 Febbraio sono previsti quattro corti: “La Madre” di Ruggero Dipaola, “Appunti di viaggio” di Ilaria Mavilla, “Invertire la rotta” e “ Un giorno perfetto” di Roberto Caccavo e Igor Biddau, saranno presenti gli autori; infine il 14 Febbraio “Il tempo che ci rimane” di Elia Suleiman. Info e programma 0574/534565 – 0574/401376.

LA VIOLENZA DI GENERE NON HA CITTADINANZA – Organizzato dall’associazione Le Mafalde, in collaborazione con Albaprato, il convegno di sabato 26 novembre (a partire dalle 16) analizzerà il tema della violenza di genere da un punto di vista multiculturale. Durante la serata verranno proiettati dei video e letti alcuni testi. Per informazioni 329 7923157  – info@lemafalde.org o www.lemafalde.org.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*