Il gelo crea problemi agli ortaggi, Coldiretti: “Attenzione alle speculazioni sui prezzi”

Il gelo ha provocato problemi per gli ortaggi, ma non tali da far lievitare i prezzi. “Attenzione alle speculazioni che fanno aumentare i prezzi degli ortaggi fino al 200% dal campo alla tavola”: questa la raccomandazione che arriva da Coldiretti Toscana. “Le temperature rigide hanno portato la colonnina di mercurio a scendere la notte diversi gradi sotto zero e questo ha creato problemi nel pisano, nel livornese e nella maremma – dice Tulio Marcelli, Presidente di Coldiretti Toscana – per la produzione di ortaggi di stagione coltivati in pieno campo come cavoli, verze, carciofi ed in generale gli ortaggi a foglia lattughe, radicchio, indivia, borragine, spinacio, catalogna”. “Detto questo occorre anche sottolineare – osserva Marcelli – che la produzione ortofrutticola toscana è in gran parte fuori da rischi particolari e disponibile per rifornire i mercati come di consueto”. “Considerando che le consegne dal sud Italia sono crollate del 70% e che questa area è quella che fornisce sugli scaffali la maggior parte dei prodotti ortofrutticoli, qualche lievitazione dei prezzi può essere compresa – spiega Antonio De Concilio, direttore di Coldiretti Toscana – certo non per mele, pere e kiwi, già raccolti ed immagazzinati. Per questo invitiamo i cittadini ad un supplemento di attenzione perché le gelate non possono essere un alibi per speculazioni che danneggiano i produttori agricoli, per i quali nessun aumento dei prezzi di origine si è registrato, e i consumatori che si trovano sullo scaffale ingiustificati ed indistinti aumenti”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*