Non è più ai domiciliari il 38enne accusato di atti sessuali su una ragazzina

Attenuata la misura cautelare nei confronti del 38enne pratese finito agli arresti domiciliari con l’accusa di atti sessuali su minorenne e violenza sessuale nei confronti di una ragazzina, che all’epoca dei fatti aveva 14 anni. Oggi il giudice per le indagini preliminari ha accolto la richiesta avanzata dal sostituto procuratore Antonio Sangermano, che aveva chiesto la sostituzione dei domiciliari con il divieto di avvicinamento alla parte lesa. L’indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere durante l’interrogatorio, ma ha rilasciato una breve dichiarazione spontanea che è stata ritenuta collaborativa dagli inquirenti. Da qui la decisione di sostituire gli arresti domiciliari con il divieto per il 38enne di avvicinarsi alla ragazza e ai suoi familiari. L’indagato sarà interrogato la prossima settimana.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*