Sori, grazie al trasferimento in piazza San Francesco ogni giorno 100 persone in più nel centro storico. Da lunedì al via l’orario prolungato

Da lunedì 16 gennaio ogni giorno il centro storico di Prato sarà frequentato da una media di cento persone in più. E’ l’effetto del trasferimento degli uffici di SORI spa nella nuova sede di piazza San Francesco 2, nei locali di proprietà della Provincia di Prato, grazie all’accordo stretto dal sindaco Matteo Biffoni e dal presidente di Sori, Alessandro Michelozzi.
“Se consideriamo l’organico attuale di Sori, che conta 49 dipendenti, e le circa 16 mila persone che ogni anno accogliamo nei nostri uffici il contributo che daremo alla rivitalizzazione del centro storico pratese è proprio questo – spiega Alessandro Michelozzi, presidente della società che si occupa dell’accertamento e della riscossione delle entrate tributarie per i Comuni di Prato, Montemurlo e Carmignano – E’ una scommessa che facciamo insieme al Comune di Prato e che comprende anche l’attivazione a breve di nuovi servizi che aumenteranno l’efficienza dell’attività di Sori e potenzieranno il rapporto con il territorio. L’obiettivo è di essere il più possibile utili a chi deve rivolgersi a noi”.
La novità più importante sarà il nuovo orario continuato dello sportello al pubblico, che garantirà maggiore comodità per i cittadini e una continuità di servizio costante dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 16. Presto SORI sarà dotata anche di strumenti informatici e digitali per poter facilitare ulteriormente il rapporto con i cittadini.
Gli uffici della SORI occuperanno tutta l’ala che si affaccia su piazza San Francesco di palazzo Buonamici (un tempo sede della Banca commerciale italiana) e l’ingresso sarà al numero 2 della piazza, mentre l’entrata di via Ricasoli 35 (l’ex protocollo della Provincia) sarà anch’essa a disposizione di Sori ma non più utilizzabile dal pubblico.
Inoltre SORI continuerà ad offrire uno spazio aperto ad associazioni e organizzazioni no-profit con l’affaccio su piazza Sant’Antonino, nel cuore storico di Prato, per rafforzare la funzione pubblica di stimolo alla crescita culturale e sociale. Lo spazio potrà essere richiesto seguendo le indicazioni che a breve saranno disponibili sul sito della società www.so-ri.it.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*