Gli studenti della Don Milani vincono il concorso di robotica First Lego League

Gli studenti dell’Istituto comprensivo Don Milani hanno vinto la selezione al concorso internazionale di scienza e robotica First Lego League che si è svolto questa mattina presso il Polo espositivo La Cattedrale a Pistoia. Con questa vittoria i ragazzi pratesi si sono aggiudicati la possibilità di accedere alla fase finale della competizione che si terrà a Rovereto i primi di marzo.

Grande soddisfazione per gli undici studenti della Don Milani, appartenenti alla terza media di varie classi, che hanno primeggiato nelle tre discipline previste dal concorso: il progetto scientifico, il progetto tecnico e lo spirito di gruppo. Filo conduttore della gara di quest’anno era il rapporto tra l’uomo e gli animali.

Ad accompagnare la squadra delle Don Milani c’erano la preside dell’Istituto Sandra Bolognesi e l’assessore comunale all’innovazione Benedetta Squittieri (sue le foto pubblicate in questo articolo). I ragazzi sono stati seguiti dagli insegnanti Dionisio Cirilli e Leonardo Bellini.

 

 

First Lego League è un concorso mondiale per qualificazioni successive di scienza e robotica tra squadre di ragazzi dai 9 ai 16 anni (dalla quarta elementare alla seconda superiore, non obbligatoriamente della stessa classe o istituto) che progettano, costruiscono e programmano robot autonomi, applicandoli a problemi reali di grande interesse generale, ecologico, economico, sociale, per cercare soluzioni innovative. La competizione richiede ai suoi partecipanti di effettuare una ricerca con tutti i criteri caratteristici del protocollo scientifico su una problematica attuale. Dunque FLL non è solo robotica. Oltre ad appassionarsi alla scienza divertendosi, i ragazzi acquisiscono conoscenze e competenze utili al loro futuro lavorativo e si avvicinano in modo concreto a potenziali carriere in ambito sociale, scientifico e ingegneristico. La sfida è uguale in tutto il mondo.

Se la squadra pratese della Don Milani dovesse vincere anche a Rovereto, aggiudicandosi il premio nazionale, parteciperà alle finalissime mondiali che si terranno negli Stati Uniti.

 

Nel gennaio dello scorso anno la scuola secondaria Sem Benelli, appartenente all’Istituto comprensivo Don Milani, ha inaugurato il laboratorio di robotica grazie al progetto europeo Rose, ovvero Robotics Opportunities per la Stem education. Stem è un acrononimo che sta per scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. Tra gli obiettivi dell’iniziativa c’è quello di indirizzare gli studenti verso studi scientifico-tecnologici. La passione per l’ingegneria può passare anche dalla robotica applicata realizzata con i pezzi lego e a quanto pare gli studenti della Don Milani sono sulla buona strada.

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*