Nido sul traliccio, Enel ristruttura la casa delle cicogne FOTO

Buone notizie per l’avifauna e l’ambiente: e-distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica, ha effettuato con successo l’intervento di messa in sicurezza della linea elettrica e ripristino dell’installazione della piattaforma nido, destinata alle cicogne, su un traliccio di media tensione in località Il Calice nel territorio comunale di Prato, al confine con Agliana. Non si tratta di un traliccio qualunque: sin dal primo avvistamento, negli scorsi anni, e-distribuzione ha adottato una serie di misure per le cicogne e i loro piccoli, effettuando una vera e propria “operazione sicurezza” sul sostegno che ha visto, tra l’altro, l’isolamento dei conduttori più vicini al nido. In vista del ritorno delle cicogne in primavera, i tecnici dell’azienda elettrica hanno eseguito un intervento per “ristrutturare” la casa delle cicogne, controllando l’isolamento dei conduttori nonché le protezioni in prossimità delle mensole situate sul traliccio e rialzando la piattaforma su cui le cicogne potranno nidificare in sicurezza.  E-distribuzione, in collaborazione con Istituzioni e Associazioni, è impegnata in molte parti della Toscana per la protezione della biodiversità e per favorire la nidificazione della cicogna bianca: negli ultimi anni piattaforme nido sono state installate sui tralicci a Cerreto Guidi, Fucecchio, Monsummano Terme, Porcarci, Iolo di Prato e Bolgheri. Presso l’Oasi di Orti Bottagone, a Piombino, e-distribuzione ha operato negli anni per la messa in sicurezza delle linee per la protezione dei falchi. Analoghi interventi sono stati effettuati in Amiata e in altre aree della provincia di Grosseto per il nibbio reale. Gli interventi di e-distribuzione a favore dell’avifauna e della sostenibilità ambientale si sono sempre rivelati di gradimento per le cicogne e per i volatili, che vi hanno preso dimora confermando il feeling con le oasi naturalistiche della Toscana e con le piattaforme nido installate con cura dai tecnici di e-distribuzione.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*