Del Grande, gli amici pratesi: «liberate Gabriele e rispettate i suoi diritti di cittadino e giornalista» VIDEO

Al suono del fischio i manifestanti si sono coperti la bocca con un fazzoletto o con la mano. È il segno di protesta non violenta al centro del flash mob promosso per chiedere la liberazione immediata di Gabriele Del Grande, il giornalista e documentarista toscano messo in stato di fermo in Turchia.
Un centinaio di persone si sono radunate nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 20 aprile, in piazza del Comune per manifestare preoccupazione e sconcerto per quanto è successo al giovane reporter. Dal 9 aprile infatti Del Grande si trova rinchiuso in isolamento in un centro di detenzione. «La sua colpa? – dicono i partecipanti al flash mob – osservare, fare domande e scrivere la verità. Chiediamo che siano rispettati i suoi diritti di cittadino e giornalista».

 

L’iniziativa è stata promossa da Meltin-Po, gruppo interculturale nato all’interno del circolo Curiel di via Filzi. In piazza molte sigle dell’associazionismo pratese, in gran parte legate alla sinistra, ma la manifestazione è stata bipartisan. In cerchio ad esprimere dissenso per quanto accaduto a Del Grande c’erano consiglieri comunali di maggioranza e opposizione. Presente gran parte della Giunta. Il flash mob è andato in scena in contemporanea in molte città d’Italia.

Del Grande è conosciuto a Prato, dove ha molti amici. Tre anni fa al cinema Terminale venne a presentare il docu-film «Io sto con la sposa» sul tema dell’immigrazione e degli sbarchi a Lampedusa, realizzato assieme a un gruppo di autori.

Sotto l’intervista a Stefano Lenzi dell’associazione Shaleku Onlus che si occupa di sostenere progetti di cooperazione e solidarietà in Eritrea, amico di Gabriele Del Grande. Il giornalista toscano si trova in Turchia perché sta scrivendo un nuovo libro, la cui realizzazione è sostenuta con un crowdfunding al quale hanno dato il loro contributo anche Shaleku e altre associazioni pratesi.

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*