Il Comitato ce l’ha fatta: iniziano i lavori di recupero dell’antico chiesino di Narnali

Iniziano i lavori di restauro del chiesino di Narnali in via Pistoiese. Ad annunciarlo il Comitato promotore del recupero dell’antico edificio presieduto dal parroco di Narnali don Bruno Martini.
«Grazie all’impegno della parrocchia di Santa Maria Assunta, della Diocesi, della Fondazione Cassa di Risparmio e con il prezioso sostegno di tanti cittadini e associazioni del nostro territorio – fa sapere il Comitato – in appena un anno e mezzo siamo riusciti a coronare un sogno che tanti narnalesi serbavano nel cuore».
Il cantiere dunque è aperto ed entro la fine dell’anno sarà completata la prima tranche dei lavori, che comprende il restauro della copertura delle facciate e la realizzazione degli impianti tecnologici.

La prima fase è stata possibile grazie al contributo derivante dai fondi dell’8 per mille. L’obiettivo è quello di rendere lo spazio già agibile e adatto ad ospitare manifestazioni sia di carattere religioso che eventi culturali e sociali.

Ma i lavori saranno lunghi e la raccolta fondi continua. «Rivolgiamo pertanto un appello caloroso a tutti coloro che sono interessati a dare nuova vita ad un luogo che per secoli (dal 1195) ha rappresentato un punto di riferimento della nostra Comunità», dice il Comitato.
Per questo è nata la campagna «Adotta un travicello», chi volesse partecipare può versare un contributo a partire da 50 euro. Con i soldi raccolti si completeranno le opere di risanamento conservativo per trasformare l’antico chiesino in uno spazio polivalente a disposizione della comunità.

Per contribuire occorre effettuare un bonifico bancario (regolarmente deducibile) sul conto corrente del Comitato, con Iban: IT17Y0572821570470571280511. Per maggiori informazioni si può contattare la parrocchia di Narnali 0574-811054.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*