È scomparso Ilo Salvatici, tra i fondatori del Gruppo storico e presidente del Vespa Club Montemurlo

È scomparso questa mattina all’età di 71 anni Ilo Salvatici, presidente del Vespa Club Montemurlo, uno dei più numerosi d’Italia, e tra i fondatori del Gruppo storico montemurlese. Ilo Salvatici, malato da qualche tempo, era originario di Pomarance (Pisa), ma viveva a Oste, in via Venezia, da molti decenni, dov’era apprezzato e benvoluto da tutti. Dopo una vita di lavoro alla Rifinizione Vignali di Oste, da qualche anno era in pensione e frequentava con assiduità il Circolo Nuova Europa, dove aveva molti amici. E proprio qui, al Circolo Nuova Europa, ventisei anni fa nacque l’avventura del Corteggio storico, come ricorda l’amico Fabrizio Botarelli:« Era una sera d’inverno e Ilo e io eravamo al Circolo. Parlando, parlando, come eravamo soliti fare, ci venne l’idea di creare una manifestazione del tutto nuova per Oste. Fu così che decidemmo di dar vita al Gruppo storico, un’associazione bellissima, che in una frazione difficile come Oste, si trasformò subito in un punto di aggregazione e ridiede vitalità a tutto il paese. Una realtà talmente bella che fu d’esempio e di stimolo anche per la nascita di tante altre associazioni che da allora sono nate sul territorio e fu anche un modo per far sentire l’amministrazione pubblica più vicina alla frazione. Ilo ha sempre amato la comunità di Oste e si è sempre impegnato per la vita sociale del paese. Io lo consideravo come un padre, avendo perso il mio molto presto, ma era anche per tutti gli altri un punto di riferimento». Ilo era il padre di Silvia, agente della polizia municipale di Montemurlo e di Gianna, presidente del Lions Montemurlo basket. Il sindaco del Comune di Montemurlo, Mauro Lorenzini, con profondo rammarico lo ricorda:« Oggi tutti i montemurlesi perdono un amico. Ilo da sempre è stato molto impegnato nell’associazionismo e ha fondato il Gruppo storico di Oste, rivitalizzando tutta la frazione con un evento di grandissima rilevanza sociale e storica. Ilo è stato un amante della vita e della socialità e fin da ultimo è stato insieme alla gente con impegno e allegria, come domenica scorsa quando, con il suo Vespa Club, ha partecipato al moto raduno annuale. Tutti noi lo ricorderemo per il suo sorriso. Alla famiglia di Ilo, in particolare alla moglie e alle figlie, va il mio personale cordoglio e quello dell’amministrazione comunale». Ilo Salvatici è esposto alle cappelle del commiato della Croce d’oro a Montemurlo. Per ora non è sono stati resi noti il luogo e l’ora del funerale. Il servizio funebre è a cura della Misericordia di Prato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*