In carcere l’uomo che ieri ha molestato una ragazzina in centro storico

E’ stato condotto al carcere de La Dogaia l’uomo che ieri mattina ha molestato una ragazzina di 15 anni in viale Piave. Si tratta di un 27enne cittadino del Togo, in Italia senza fissa dimora, che è stato arrestato dalla polizia per resistenza a pubblico ufficiale e violenza sessuale. Grazie alle testimonianze acquisite, gli agenti hanno ricostruito quando avvenuto nella mattinata di ieri. La ragazzina è stata avvicinata dall’uomo intorno alle 11, mentre si trovava in piazza San Marco dove stava realizzando un disegno in preparazione della manifestazione “Prato in rosa”. L’individuo le si è rivolto in inglese dicendole esplicitamente che avrebbe voluto avere un rapporto sessuale, poi l’ha palpeggiata al seno e nelle parti intime. La giovane, impaurita, è scappata iniziando a camminare velocemente in direzione di viale Piave, inseguita dal molestatore. Alla scena ha assistito una donna che in seguito ha confermato i fatti alla polizia. La ragazzina, in forte stato di agitazione, si è rifugiata nel Caffè 21. L’extracomunitario l’ha seguita fino a dentro il bar continuando a molestarla e tentando nuovamente di palpeggiarla, mentre lei si difendeva coprendosi con una cartellina. Terrorizzata, la quindicenne non è riuscita neppure a chiedere aiuto, finché alcuni clienti si sono accorti che qualcosa non andava e sono intervenuti in sua difesa. L’uomo ha reagito scagliandosi contro un avventore del bar. La polizia, giunta immediatamente sul posto, ha avuto non poche difficoltà per contenere la furia dell’aggressore. Ci sono voluti quattro agenti per bloccarlo; uno di loro ha riportato la rottura di una costola con una prognosi di venti giorni. Successivamente l’uomo si sarebbe giustificato con un poliziotto dicendo di aver avvertito un esplicito bisogno di fare sesso. Al momento è escluso che il 27enne abbia agito sotto l’effetto di alcol o sostanze stupefacenti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*