Prato, allenatore a sorpresa: scelto Pasquale Catalano ex collaboratore al Palermo. Il vice allenatore sarà Simone Settosoldi

Il Prato ha individuato allenatore e staff tecnico per la prossima stagione. Il presidente Paolo Toccafondi ha estratto dal proprio cilindro un nome a sopresa per quanto riguarda l’allentore per la prossima stagione, individuando in Pasquale Catalano il profilo giusto al quale affidare la guida tecnica della squadra per la prossima stagione. Pasquale Catalano è nato nel novembre 1971 a Bari, da calciatore ha vestito tra le altre, le maglie di Trani, Arezzo, Giulianova, Catanzaro, Spezia e Foggia. Nel 2013, è stato vice allenatore al Bellagia Igea Marina prima di entrare nello staff di mister De Zerbi nella passata stagione, nella massima serie, con il Palermo. Il presidente Paolo Toccafondi, ha segnato il nome di Catalano come primo il sul proprio taccuino in attesa che il tecnico pugliese rescinda il proprio contratto con il Palermo. Se la risoluzione non dovesse avvenire, Toccafondi sarebbe costretto a virare su altri nomi. Nel giro di qualche giorno la questione avrà sicuramente una soluzione. Già definito anche lo staff che dovrebbe affiancare Catalano, con l’ex tecnico del Jolly Montemurlo e apprezzato opinionista di Tv Prato, Simone Settesoldi, che avrà il ruolo di vice allentore, mentre Lorenzo Cavallaro e Massimo di Pasquale saranno confermati rispettivamente preparatore atletico e preparatore dei portieri. Da segnalare l’ingresso di Francesco Chiatto, nel ruolo di adetto al recupero degli infortunati. Insomma il Prato del futuro da oggi ha trovato anche l’identikit del nuovo allentore e definito lo staff tecnico. Il sipario sulla stagione 2017/18 si può davvero alzare.

5 Commenti

  1. E che c’era bisogno di andare a Palermo per prendere un allenatore? Forse il Tocca ritiene che in Sicilia gli ingaggi degli allenatori siano piu’ economici.Se a piu’ basse latitudini i prezzi calano, per l’hanno prossimo consiglierei a Toccafondi di andare in Tunisia a cercare il mister!

  2. Speriamo solo che non rilasci interviste alla …… Catalano, di Arboriana memoria.

  3. Comunque sia questo allenatore mi sento di augurare al Prato e a Paolo Toccafondi tutto il meglio possibile per la prossima stagione sportiva.
    Dopo tutto meno male che Toccafondi c’è.

  4. Dopo la finzione della trattativa per la cessione della società, con il ritorno al comando di Paolo T., solamente il secondo in successione dinastica dopo il padre, il Prato calcio è tornato al mercato di sempre: Prestitopoli + Raccattopoli + allenatore inesperto (Catalano).
    In sintesi: presidenza vecchia, tribune nuove, spalti vuoti, c….oni pieni!
    Anche in caso di retrocessione (molto probabile con queste premesse), ci sarà il ripescaggio.
    Lesa la dignità dei tifosi, lo scempio continuerà.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*