Carmignano, i produttori vinicoli sperano nelle piogge d’agosto per una vendemmia di qualità VIDEO

HHNon avendo piovuto per alcuni mesi e viste le temperature record, alcuni produttori vinicoli della Penisola avevano lanciato l’allarme “vendemmia anticipata”. In realtà il problema della siccità riguarda il territorio di Carmignano fino ad un certo punto, dato che ha caratteristiche del suolo tali da non aver fatto entrare le viti in stress idrico. Certo, come spiega Fabrizio Pratesi presidente del Consorzio dei vini di Carmignano, si spera nelle tradizionali piogge del periodo dopo Ferragosto: è da allora fino a fine settembre, quando è fissata la vendemmia, che si decide il reale destino dell’annata 2017. L’augurio dei produttori è che il meteo riequilibri la stagione: potenzialmente potrebbe essere una produzione di qualità pari a quella dell’anno passato.

Ne abbiamo parlato con Fabrizio Pratesi, che fa un focus anche sulle possibilità di crescita del “biodistretto” carmignanese, una garanzia di salubrità sia per i dipendenti che lavorano in vigna sia per l’ambiente che, infine, per il consumatore. Guarda il video.

Lucrezia Sandri

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*