Renzi a tutto campo nel Giardino Buonamici: “Ho sbagliato, ma siamo solo noi l’argine ai populismi” VIDEO e FOTO

Matteo Renzi a tutto campo durante la sua sosta pratese di questa sera, nel Giardino Banci Buonamici. Davanti a più di 400 persone il segretario nazionale del Partito Democratico ha presentato il suo libro “Avanti. Perché l’Italia non si ferma”, presenti il segretario provinciale del Pd Gabriele Bosi, il sindaco Matteo Biffoni, i sottosegretari on. Antonello Giacomelli e Riccardo Nencini, il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, l’assessore regionale Stefano Ciuoffo.

Tanti i temi toccati, con il consueto stile informale, a braccio, tra battute e dialogo con il pubblico.

Non poteva mancare il riferimento all’immigrazione e ad una delle polemiche estive che hanno visto protagonista il segretario nazionale del Pd.

Matteo Renzi ha parlato del Pecci, segno dell’identità culturale della città.

Il segretario del Pd ha sottolineato con forza i provvedimenti adottati dal suo Governo, tra cui gli investimenti sulle periferie, che arriveranno anche a Prato.

Tra le tante gag, una su Silvio Berlusconi, con tanto di imitazione dell’ex Cavaliere.

4 Commenti

  1. O se c’era 3 gatti ?
    Voglio dire….senza polemica, stiamo parlando del segretario nazionale di un partito che viene nella città dove aveva fra i maggiori consensi in Italia (anzi nelle città perché c’erano diverse persone anche di Pistoia), in un bacino elettorale di 200’000 aventi diritto, dove è arrivato a prendere quasi il 50 % dei voti.
    Stiamo parlando del presidente del consiglio dei ministri emerito e forse a breve il nuovo candidato alla guida del paese. Roba da riempire almeno piazza del Duomo, altro che giardino delle Bigonce. Ma d’icche’si ragiona !?

  2. se le “aiuole” fanno parte del pubblico…allora.. possiamo dire che c’era il tutto esaurito!!!

  3. Non importa quanta gente c’era ma quanta gente darà il voto in cabina elettorale ed allo spoglio delle schede al Silli non potrebbe restare che piangere come disse a suo tempo Benigni. D’altronde i comizi interessano sempre meno sia che gli faccia Renzi, sia che gli faccia Grillo, Salvini o Berlusconi. Comunque una cosa è vera, se venisse Berlusconi riempirebbe piazza Mercatale, la gente non sarebbe interessata pero’ a quello che viene a dire, ma sarebbe curiosa di vedere se il protagonista del Bunga Bunga si mostra, almeno all’aspetto esteriore, sempre in grado di praticare lo sport di cui sopra. Se venisse Berlusconi andrei anche io a vederlo, come si andava a vedere la donna cannone al luna park o l’acrobata che camminava sul filo, io che voto Pd e che non sono andato a vedere Renzi, se venisse andrei a vedere il Berlusca!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*