Tentato omicidio in pieno centro, arrestato a Barcellona il latitante individuato dalla squadra mobile

E’ stato arrestato a Barcellona, in esecuzione di un mandato europeo, il 27enne marocchino accusato del tentato omicidio di un 45enne algerino, avvenuto in pieno centro, all’angolo tra via Puglisi e via dell’Accademia la notte dello scorso 5 luglio.
Durante una lite legata allo spaccio di droga, il marocchino, Mohamed Chakid, con precedenti di polizia per tentato omicidio, lesioni, rapina, spaccio ed altri reati, avrebbe afferrato un machete lungo mezzo metro per colpire il rivale.
Secondo la squadra mobile, che ha effettuato le indagini anche con l’ausilio di intercettazioni telefoniche e telecamere di videosorveglianza, il marocchino aveva l’intenzione di uccidere. Gravissime le ferite riportate dall’uomo che subì il totale distacco del tendine del quadricipite, la lesione di alcuni muscoli, fratture ad una spalla, ed ampie ferite ad una gamba. Sul posto, dove l’algerino fu trovato agonizzante, la polizia sequestrò il fodero del machete usato dall’aggressore. Il 27 luglio, tre settimane dopo i fatti, le indagini avevano portato all’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, ma Chakid era già fuggito a Barcellona, presso alcuni parenti, ed aveva fatto rientro in Marocco.
Al 14 agosto risale il mandato di cattura europeo e la notte di lunedi l’uomo è stato arrestato a Barcellona nell’abitazione individuata dagli investigatori della squadra mobile, che hanno comunicato la “base” della latitanza dell’uomo alle autorità spagnole.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*