Venduto a più di 32 milioni di euro il terreno a Iolo messo all’asta dal Comune

L’imprenditore Sauro Bigagli della società Esse Bi Esse Srl di Prato si è aggiudicato il terreno edificabile di oltre 46 mila metri quadrati nell’area compresa tra via Longobarda, via Didaco Bessi, via Ghisleri e via Cipriani, proprio di fronte al campo da rugby Chersoni, messo in vendita dal Comune di Prato. Si tratta del pezzo pregiato del piano triennale delle alienazioni e valorizzazioni del Comune, messo all’asta per 21 milioni.
Bigagli, noto imprenditore tessile, è stato l’unico partecipante all’asta. L’offerta presentata dalla società Esse Bi Esse che ammonta a 32 milioni e 71mila euro, oltre 11 milioni in più della base d’asta iniziale fissata a 21 milioni di euro. Una boccata d’ossigeno per le casse comunali.

Questa mattina è avvenuta l’apertura pubblica delle buste nei locali dell’ex circoscrizione centro, con il rup del procedimento Massimo Nutini e il dirigente del servizio gare Luca Poli. La domanda è risultata corretta e accompagnata, come da bando, da un acconto pari al 10% della base d’asta. Adesso si procederà alle verifiche necessarie prima dell’aggiudicazione definitiva.

“Questa vendita è il risultato del grande lavoro fatto in questi anni per la razionalizzazione e regolarizzazione di immobili di proprietà del Comune non più utili ai fini istituzionali – sottolinea il sindaco Matteo Biffoni – Fin dall’inizio della legislatura abbiamo perseguito l’obiettivo di ampliare la capacità di investimento dell’ente, alienando gli immobili inutilizzati e riorganizzando il patrimonio utile ai servizi, così da poter avere risorse utili per dare risposte alle tante esigenze della città”.

Il sindaco anticipa che i 32 milioni di euro potranno essere impiegati per investimenti: riqualificazione delle frazioni, scuole, verde pubblico e impianti sportivi. Tanti interventi di manutenzione ma anche nuove opere pubbliche, tra cui la piscina olimpionica coperta provvista di tribune, in un’area diversa rispetto all’attuale piscina comunale di via Roma.

3 Commenti

  1. Cittadella dello Sport: un altro pezzo di frittata è fatto !!!
    Non prevedere parcheggi accanto ad una struttura sportiva con tribune coperte con 1000 posti a sedere è proprio da FENOMENI !!!!
    BRAVIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII FENOMENI !!!!

  2. Nell’articolo c’è qualcosa che non quadra. Se era l’unica offerta e se ha depositato l’acconto del 10% come può esserselo aggiudicato a 32 milioni anzichè 21? Il terreno sarebbe dovuto essere stato aggiudicato alla base d’asta, senza “auto” rilanci

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*