Disperso nella neve viene salvato da due soccorritori coraggiosi

Si sono avventurati nei boschi, incuranti del buio, del freddo e della neve che arrivava alle ginocchia per trarre in salvo una persona dispersa. E’ una storia di coraggio e senso del dovere quella che vede protagonisti il maresciallo dei carabinieri di Vernio Gianluca Breschi ed il brigadiere dei carabinieri forestali Claudio Franciamore, raccontata direttamente dal Comune di Cantagallo. Dalle 17 una persona risultava dispersa in località Gavigno. La neve era alta e le macchine di servizio non ce la facevano a percorrere la zona battuta per le ricerche. E così, il maresciallo dei carabinieri Gianluca Breschi ed il brigadiere dei carabinieri forestali Claudio Franciamore, senza perdersi d’animo si sono avventurati nei boschi, con il buio e con la neve alle ginocchia, alla ricerca del disperso, trovato verso le 21 all’interno di una proprietà, impossibilitato a muoversi perché bloccato dalla neve alta.
“Siamo abituati al fatto che le donne e gli uomini di tutte le forze dell’ordine e della protezione civile si mettano a completa disposizione delle comunità in cui operano con passione e dedizione, spesso senza orari ed in situazioni difficili, e troppo spesso diamo per scontato tutto questo. Ci sono però dei momenti nei quali far sentire loro la vicinanza e l’affetto di una comunità intera, e questa ci sembrava l’occasione giusta per farglielo sapere. A nome della comunità di Cantagallo” ha scritto il sindaco Guglielmo Bongiorno.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*