Per Toscana Oggi è l’ora del Thè. Si comincia con un doppio appuntamento dedicato alla mostra «Legati da una Cintola»

Cultura, storia, fede ma anche Politica (con la P maiuscola) e sicurezza domestica. Sono gli argomenti trattati nell’edizione numero undici dei Thè di Toscana Oggi a Prato. Da novembre a maggio, sette incontri, sette piacevoli conversazioni sono in programma al Ridotto del Teatro Metastasio, per una formula che ormai possiamo dire vincente. Si sorseggia un buon thè, si degustano pasticcini e tartine, si ascoltano interessanti conferenze tenute da ospiti apprezzati e conosciuti.

Il primo appuntamento porta con sé una novità: sarà doppio. Mercoledì 15 novembre alle ore 16 la conservatrice del Museo di Palazzo Pretorio Rita Iacopino parlerà della mostra «Legati da una Cintola», dedicata alla preziosa e venerata reliquia mariana custodita in cattedrale. Poi, per chi lo desidera, lunedì 20 novembre, sempre alle 16, è in programma una visita guidata alla mostra riservata agli abbonati del settimanale. Sarà la curatrice Cristina Gnoni Mavarelli ad accompagnare i visitatori alla scoperta dell’allestimento dedicato alla preziosa reliquia mariana simbolo di Prato.

 

 

Il programma. A dicembre l’incontro si tiene mercoledì 20. Ci sarà Alberto Breschi, responsabile regionale sicurezza e ambiente di Enel chiamato a parlare di «Natale con mille luci… ma attenti alla scossa!». Ovvero alcuni piccoli e utili consigli pratici per vivere in sicurezza all’interno delle nostre case, dove le insidie possono essere sempre in agguato.
A gennaio Toscana Oggi festeggerà il compleanno della Provincia di Prato, una istituzione che oggi ha perso il proprio valore iniziale ma ha rappresentato per la nostra città una grande conquista, arrivata venticinque anni fa dopo lunghe battaglie. Ne parleranno Daniele Mannocci, primo presidente della Provincia, e Paolo Padoin, primo prefetto di Prato. A febbraio si celebra un altro anniversario. Quarant’anni fa, il 1978, fu l’anno dei tre papi: Paolo VI, Giovanni Paolo I e Giovanni Paolo II. Lo storico Riccardo Saccenti, della Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII di Bologna, ricorderà quel particolare (e anche difficile, fu l’anno del rapimento di Aldo Moro) periodo storico. Appuntamento per mercoledì 21 febbraio.
Nel mese di marzo, mercoledì 21, l’incontro sarà «Sulle tracce delle gore», con dall’architetto Giuseppe Guanci che condurrà i partecipanti alla scoperta dell’ingegnoso reticolo di acque che nel corso dei secoli ha permesso a Prato di diventare una tra le più importanti città industriali d’Europa. Ad aprile un gradito ritorno: il 18 Elena Giannarelli, docente di Letteratura cristiana antica all’Università di Firenze, presenterà una figura il cui nome è molto conosciuto, ma la cui storia lo è meno: «Convenevole da Prato, chi era costui?». Chiude la programmazione l’incontro con il rettore del Seminario di Prato, il canonico Daniele Scaccini. Titolo dell’incontro, in programma il 16 maggio: «Dietro le quinte del Seminario. Come funziona il “vivaio” della Diocesi».

Come partecipare. Come detto tutti gli incontri si tengono al Ridotto del Metastasio (ingresso da via Cairoli, 59) con inizio alle ore 16 (porte aperte dalle 15,30). Tutti possono partecipare agli appuntamenti, basta essere abbonati al settimanale Toscana Oggi. Chi non lo fosse può sottoscriverne uno direttamente sul posto. Per informazioni 0574-1584432; prato@toscanaoggi.it.
I Thè di Toscana Oggi, con programmi differenti, si tengono anche a Firenze e Grosseto. Per informazioni consultare il sito web del settimanale.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*