Lite tra vicini di casa mentre accompagnano i figli a scuola: spunta un coltello, ferito un 42enne

Violenta lite tra vicini di casa stamani, intorno alle 8, in via Rondine alla Sacra Famiglia, tra due uomini – un cittadino russo e un marocchino – e le rispettive compagne, di nazionalità ucraina e italiana, rimaste coinvolte. Le coppie, tutte sui quarant’anni, stavano portando a scuola i bambini quando la situazione è degenerata. Il diverbio sarebbe scoppiato per futili motivi legati a vecchie ruggini, compresa una discussione che si era verificata qualche giorno fa per motivi di viabilità (sembra si fossero toccati con le rispettive auto).

Stando alle prime ricostruzioni, i due uomini si sono incrociati e azzuffati, costringendo anche le compagne a intervenire per sedare la rissa. Durante la lite sarebbe poi sbucato fuori un coltello: uno dei due rivali, il cittadino russo, 42enne, è rimasto ferito ed è stato trasportato all’ospedale Santo Stefano, ma le sue condizioni non sono gravi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri assieme ai sanitari del 118, che hanno prestato soccorso anche alle signore. Le compagne hanno riportato solo lievi escoriazioni. Non è ancora chiaro chi avesse in mano il coltello che comunque, al momento, non è stato rinvenuto.

Le due coppie verranno denunciate per rissa dai carabinieri. In particolare per il cittadino marocchino, di 33 anni, regolarmente residente a Prato, scatterà l’arresto perché nel corso delle indagini è emerso che, sotto un altro alias, era già stato colpito da un ordine di carcerazione. L’uomo deve scontare 3 anni e 3 mesi per reati vari.

 

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*