Caos ex BpVi, ancora code e disagi nelle filiali: lamentele anche per il mancato pagamento delle bollette

A un mese dalla migrazione informatica delle ex Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca in Intesa Sanpaolo, agli sportelli regna ancora il caos tra code interminabili, rallentamenti delle procedure e bollette che saltano. E così gli ex correntisti sono costretti a lunghe file quotidiane agli sportelli anche solo per effettuare semplici operazioni come prelievi e versamenti, oltre che per  accedere ai servizi bancari di base. L’ultimo caso ce lo ha segnalato una nostra telespettatrice, che questa mattina ha fatto circa 3 ore di fila alla sede centrale in Via degli Alberti. C’è anche chi si è visto saltare il pagamento delle bollette della luce in quanto la banca non ha comunicato il nuovo iban.

Code che si sono verificate anche all’Estra di via San Giorgio: “Banca Intesa non ha comunicato ai gestori di gas, luce e adsl i nuovi iban dei conti dell’ex BpVi – scrive un altro spettatore -. Operazione che, come tutte le altre, non è possibile fare in banca perché gli sportelli sono praticamente inagibili”.

 

2 Commenti

  1. Tutto ciò stà accadendo anche all’agenzia di Galciana, proteste a non finire. Una mattina passando li di fronte, la banca piena ,una sola cassiera, fuori sulle scalinate il direttore e un’altro dirigente a fumarsi una sigaretta con queste testuali parole (SI ABITUERANNO ).IO più volte si sono provato per fare le solite operazioni che necessitano,ma alcune volte ho dovuto rinunciare e rivolgermi ad altri uffici. Per poter regolarizzare il tutto di straforo sono riuscito a prendere un appuntamento che è non prima della metà di febbraio, telefonicamente non risponde nessuno con qualsiasi numero. Come me molti altri clienti, si abbandona questo istituto,la banca deve essere un servizio al cittadino, no il cittadino al servizio della banca

  2. Ancora non è nulla,provare con banca intesa e credito italiano dovremo fare tutto da noi e poi nelle banche dove non fanno servizio cassa(ad OSTE)se uno ha bisogno di valuta estera su deve rivolgere ad un altra agenzia o sede con tanto di disguidi e prese in giro.Mi domando se le banche servono per dare stipendi e non fare nulla ai direttori e e dirigenti (e noi si paga!).verificare se non è vero!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*