Solenghi si racconta a Tv Prato: dalla parodia sui Promessi sposi nata in “esilio” fino al caso diplomatico con l’Iran VIDEO

Tullio Solenghi è stato protagonista ieri sera a Montemurlo dello spettacolo “Decameron, una storia italiana in tempo di peste”, nel quale rilegge ed interpreta sei novelle. Prima di salire sul palco si è concesso ai microfoni di Tv Prato per una puntata speciale di Intorno alle 9, registrata all’interno della saletta Peppino Impastato di fronte ad un pubblico divertito. Nel corso della registrazione sono stati tanti gli aneddoti ed i ricordi divertenti ripercorsi dal comico, molti dei quali legati al periodo in cui Solenghi componeva con Massimo Lopez e Anna Marchesini il celebre trio. Dall’esperienza dello sceneggiato-parodia sui Promessi Sposi, andato in onda sulla Rai nel 1990, fino alla scenetta con Khomeini e Reagan di Fantastico 7 che causò un caso diplomatico tra Italia ed Iran. Solenghi ha raccontato come nacque quasi in sordina e in “esilio” lo sceneggiato sull’opera di Manzoni che finì col registrare 14 milioni di telespettatori e ha ricordato come uno sketch comico sull’Ayatollah li costrinse a girare con la scorta per una settimana.
Guarda alcuni dei momenti più divertenti dell’intervista.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*