Controlli interforze, sospese due confezioni. Sequestrati 126 macchinari tessili FOTO

L’attività di due confezioni cinesi è stata sospesa dopo un controllo interforze coordinato dalla questura di Prato. L’operazione è avvenuta in un complesso con tre ditte di via Pistoiese. In due di queste, quelle poi chiuse, sono stati trovati numerosi operai senza alcun contratto di lavoro. Complessivamente sono stati sequestrati 126 macchinari tessili e sono state elevate sanzioni per un totale di 28.100 euro. Quattro operai non avevano il permesso di soggiorno e sono stati per questo destinatari di un ordine di espulsione. Per una donna è stato disposto l’accompagnamento al Cpr di ponte Galeria, a Roma, dove resterà fino all’effettivo rimpatrio in Cina. I titolari delle due ditte sono stati denunciati: si tratta di un cinese di 23 anni e di un suo connazionale di 54 anni. I due, insieme al titolare della terza ditta, sono stati anche denunciati per reati in materia di sicurezza, igiene e salubrità degli ambienti lavorativi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*