False assicurazioni Rc auto online: cittadino truffato si becca anche la multa. Ecco come difendersi

Prima di tutto, diffidare dei siti web con una molteplicità di offerte quotidiane e nei quali i contatti dell’assicuratore consistono in numeri di cellulare e indirizzi email non istituzionali. Poi, controllare le sedi dei server su siti come Whois: se sono all’estero, essere prudenti. Infine, allertarsi quando le agenzie di assicurazione online richiedono metodi di pagamento poco tracciabili come quelli con carte pre-pagate. Sono i consigli che dà la Polizia municipale di Montemurlo che grazie al sistema Targa system ha sventato la truffa della falsa assicurazione online.

Qualche tempo fa, durante un controllo sulla strada, l’apparecchiatura in dotazione alla Municipale (collegata ad una data base in grado di verificare in tempo reale la regolarità di assicurazione e revisione) ha individuato un veicolo privo di copertura assicurativa. Sono dunque scattate le procedure e gli accertamenti di rito, ma quando il proprietario, un quarantenne di Montale, si è visto recapitare a casa il sollecito della Polizia Municipale, che lo invitava a regolarizzare la propria pozione, è rimasto basito, respingendo ogni addebito. Ha così portato al comando di via Toscanini quello che riteneva un regolare certificato assicurativo. La Polizia Municipale ha fatto così scattare accertamenti più approfonditi, che hanno consentito di accertare che l’uomo aveva stipulato un’assicurazione online su un sito fasullo, ma in tutto verosimile a quelli delle assicurazioni che operano regolarmente sul mercato, creato ad arte per truffare gli ignari clienti. Anche il nome del sito della falsa assicurazione online era ingannevole e molto simile a quello di reali compagnie assicurative.

“Il cittadino può verificare sul sito web dell’IVASS, l’istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, che l’agenzia online presso la quale ha stipulato l’assicurazione esista per davvero – spiega Gioni Biagioni, comandante della Polizia municipale di Montemurlo -. L’IVASS ha redatto un elenco in continuo aggiornamento delle agenzie non solo incriminate per truffa ma anche solo segnalate”. Per maggiore sicurezza, è possibile controllare se il proprio veicolo risulta assicurato sul sito ufficiale “Il portale dell’automobilista”. Lo sfortunato cittadino di Montale aveva effettuato un controllo del genere, ma su un sito anch’esso fasullo chiamato “Copertura veicolo” e progettato ad arte dalla falsa agenzia per i propri clienti. Ha così pagato, del tutto ignaro, 400 euro di assicurazione annuale. E poi altri 700 di multa per mancata copertura assicurativa del veicolo.

“È importante che i cittadini sappiano che la Polizia Municipale lavora ogni giorno per tutelare il cittadino e questo ne è un chiaro esempio – spiega il sindaco, Mauro Lorenzini -. Se questo ignaro automobilista non fosse stato controllato attraverso il Targa System, forse non avrebbe mai scoperto la truffa nella quale era caduto. In caso di incidente questo avrebbe comportato un grave rischio, perché di fatto il giovane viaggiava senza Rc Auto e le conseguenze sarebbero ricadute tutte su di lui. La raccomandazione a tutti è quella di fare la massima attenzione quando si acquistano prodotti assicurativi online”.

LS

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*