Il ministro Minniti a Prato: “Chiederò alla finanza impegno di uomini e mezzi per il contrasto al riciclaggio”

Una squadra di finanzieri specializzati nel contrasto all’evasione e al riciclaggio. E’ la richiesta che il sindaco ha fatto al ministro dell’interno Marco Minniti, che oggi ha fatto tappa al circolo Arci Favini di Chiesanuova, dove erano presenti molti amministratori del Pd ma anche simpatizzanti. Una toccata e fuga che è servita per mandare qualche messaggio elettorale, dispensare alcune battute ed incensare il lavoro del sindaco Biffoni.

Il ministro ha parlato anche di immigrazione, sottolineando l’importanza del lavoro fatto con Anci proprio insieme a Biffoni, dicendo che “una grande democrazia non insegue i processi ma li governa ed è quello che abbiamo cercato di fare in Italia e dall’altra parte del Mediterraneo. Non dimenticherò quello che è stato fatto insieme sul terreno della cooperazione e della solidarietà politica ed umana che ho avuto”. Elogi al sindaco che poi hanno toccato il tema cardine dei rinforzi, individuati in finanzieri in grado di operare nel settore del contrasto all’evasione e al riciclaggio.

Infine l’appello al voto con nota simpatica: “Con Bini e Giacomelli avete due candidati ben assortiti, avete il giusto equilibrio tra bellezza e forza del pensiero. Si sta giocando una partita importante per il futuro del paese, le elezioni sono importanti. Agite come passione organizzata, trasmettete questo messaggio: noi del Pd siamo gli interpreti di una passione per il presente ed il futuro dell’Italia”.
Chiusura con la stoccata verso gli avversari: “Abbiamo lasciato un paese migliore di come lo abbiamo trovato, non lasciamo che l’Italia possa tornare indietro o fare un passo verso l’ignoto, se ci pensate bene entrambe le questioni sono sul tappeto” ha concluso il ministro.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*