Restringimento delle carreggiate e passaggi ciclopedonali: la messa in sicurezza di via Firenze nel tratto fino a La Querce FOTO

Un progetto per la messa in sicurezza di via Firenze. E’ quello presentato oggi in commissione 3, Lavori pubblici e sicurezza urbana, presieduta dal consigliere Luca Roti. Restringimento della carreggiata tramite colorazione della pavimentazione stradale nel tratto compreso tra il Bar Las Vegas e il Bar Gelli e ampliamento del marciapiede, dove sarà ricavato un passaggio promiscuo per pedoni e ciclisti sul lato ferrovia. L’intervento non prevede l’abbattimento di alberi, fatta eccezione per quelli malati, e sarà fatto a saldo zero di parcheggi. Si tratta del primo lotto di lavori e sarà finanziato con 380mila euro del Ministero dell’Ambiente nell’ambito del PUMS, il Piano Urbano di Mobilità Sostenibile.

” Il PUMS prevede il finanziamento anche di lavori che riguardano le arterie da riqualificare e da mettere in sicurezza – precisa l’assessore alla Mobilità Filippo Alessi -. L’intervento è assolutamente necessario in questo tratto di via Firenze, con macchine che sfrecciano ad alta velocità e alto tasso di incidenti in cui sono coinvolti pedoni, l’ultimo è accaduto poco tempo fa di fronte al circolo I Risorti. E’ un atto dovuto nei confronti dei cittadini quello di togliere qualcosa alle carreggiate, che hanno 2 metri per corsia, e dare qualcosa in più ai marciapiedi, che in alcuni punti sono di soli 40 cm, non permettendo ad una carrozzella o ad una mamma con il passeggino di passare senza scendere tra le auto”.

L’inizio dei lavori è previsto per il mese di giugno e l’assessore specifica che “sarà fatto il possibile affinché vengano conclusi entro l’inizio delle scuole a settembre prossimo”. La strada non sarà chiusa del tutto, ma sarà ristretta con un senso unico alternato temporaneo. Un progetto complesso date le sezioni stradali molto variabili della trafficatissima via Firenze (si parla di 22mila macchine al giorno), tra strettoie e allargamenti di carreggiata e un’unica costante dal ponte Petrino al Rosi: l’assenza o quasi di marciapiedi idonei. Il secondo lotto di lavori prevede la riqualificazione dello spazio vicino all’asilo de La Querce con la realizzazione di una piazzetta e la piantumazione di una quercia nel mezzo. Sarà spostato qui anche il Monumento ai caduti.

“Saranno inoltre potenziati i segnali luminosi in prossimità degli attraversamenti pedonali e ci sarà un intervento anche sull’illuminazione pubblica, che prevede luci al led”, riferisce Rossano Rocchi, dirigente del Servizio Mobilità e Infrastrutture del Comune. Esprime soddisfazione il consigliere comunale Pd Marco Sapia: “La messa in sicurezza di via Firenze costituiva un punto forte del programma elettorale del Pd La Querce-La Macine nel 2014 e finalmente abbiamo dato una risposta forte ad un problema annoso. Il progetto, oltretutto, ha alle spalle un percorso partecipativo che ha visto attivi tanti cittadini: la serata conclusiva di questo percorso è fissata per martedì 27 febbraio alle 21 al circolo Costa Azzurra, quando l’assessore Alessi e i tecnici del Comune presenteranno a tutti i cittadini i rendering della via Firenze del prossimo futuro”.

LS

2 Commenti

  1. Prima gli autovelox finti… poi il taglio degli alberi… ora stringono le carreggiate… Fatela diventare strada bianca dai

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*