Basket, la SIBE interrompe la serie positiva a Quarrata e rimanda la conquista matematica dei playoff

Se dobbiamo essere ottimisti, diciamo che meglio perderne una di 26 che 26 di uno! Intanto però c’è da sgombrare il campo da errori di valutazione: il Quarrata attuale è solo un lontano parente di quello sul fondo della classifica che fino a 2 turni fa era riuscito a vincere solo 4 volte su 20. L’innesto di Sidoti e Camerini, e l’arrivo in panchina di Niccolai, hanno portalo quei miglioramenti che lo staff sperava; non per nulla i mobilieri lo scorso anno erano arrivati secondi in classifica e sabato al PalaMelo è stato subito chiaro chi avrebbe fatto la partita. La SIBE come spesso è accaduto in questa stagione, parte con il freno tirato e lascia scappare gli avversari con Camerini subito proficuo e con Sidoti in palla dai 6,75. Il time out obbligato di coach Pinelli scuote i Dragons che da -10 si rifanno sotto con le triple di Pinna e Smecca e con un preciso Fontani. Capitan Corsi opera il riaggancio, poi sono ancora le triple di Fontani e Pinna a chiudere il primo quarto avanti 22 a 24. Ma è un fuoco di paglia perché i padroni di casa riprendono immediatamente il comando delle operazioni: prima Ganguzza, poi il minore dei Vannoni e Camerini, entrambi motivatissimi ex, piazzano un parziale taglia gambe dal quale i lanieri, solo 7 punti nel quarto, non riusciranno più a sollevarsi. Doc Vannoni mette energia ed anche Staino stringe i denti per dare mano, ma deve poi abdicare per il dolore al ginocchio. All’intervallo (44 a 31) Quarrata ha già i due punti in tasca perché l’inerzia è tutta dalla sua parte. E difatti alla ripresa il Dany vola anche a più 25 ancora con Vannoni (top scorer con 21 punti), Camerini e Sidoti. Prato prova a reagire con qualche buona iniziativa di Marchini, Corsi e Vannoni che piazza la seconda tripla, ma quando inizia l’ultimo quarto il tabellone segna 67 a 45 ed è in pratica già garbage time. Quarrata allunga ancora oltre i 30 punti, divario mitigato da Smecca, Pinna e Fontani, al 3° “ventello” consecutivo, per un finale, 86 a 60 figlio di un 33% al tiro da parte dei pratesi, sicuramente alla peggior prestazione di squadra conclusa con ben 16 palloni persi e soli 29 rimbalzi; merito ovviamente anche dell’energia messa in campo dagli avversari, condannati ormai a giocarsi la permanenza in Silver attraverso i playout.
La SIBE dovrà resettare urgentemente la deludente prestazione, per cercare domenica 18 contro il Brusa Livorno, di acciuffare i playoff e cominciare a lavorare con maggior tranquillità alla post season.
DANY QUARRATA vs SIBE PRATO: 86 a 60 (22/24 – 44/31 – 67/45)
QUARRATA: Ganguzza 12, Navicelli 6, Bracali, Biagi 7, Vannoni 21, Vettori 4, Sidoti 14, Chiti, Brunetti, Camerini 20, Salvi 2; Allenatore Niccolai
DRAGONS PRATO: Guarducci NE, Marchini 2, Biscardi, Del Vecchio NE, Staino 2, Sangermano, Fontani 20, Corsi 6, Vannoni 8, Lancisi, Smecca 8, Pinna 14; All.tore Pinelli, Assistenti Fusi e Parretti
Arbitri: Mazzoni di Empoli e Puocci di Firenze

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*