«Cani soli di mezza taglia», Saimo Tedino presenta il suo ultimo libro

Ha scelto Prato per presentare la sua ultima opera. Perché in città ci lavora. Saimo Tedino è un agente di Polizia municipale a Prato, ma vive a Firenze dove è nato.

Giovedì 15 marzo alle ore 21 presso il palazzo della Provincia in via Ricasoli lo scrittore presenterà il suo romanzo “Cani soli di mezza taglia” (Booabook narrativa). Alla presentazione interverrà anche il sindaco di Prato Matteo Biffoni. Ad introdurre Tedino ci saranno il giornalista Azelio Biagioni ed il critico Paul Jules Gaston e alcuni attori leggeranno parti del libro.

Saimo Tedino nel libro racconta di un aspirante scrittore, Elias, e della sua malattia degenerativa agli occhi. Ecco poi la conseguente depressione del suddetto scrittore e la madre anche lei depressa che gli regala un cucciolo di cane per ciechi. Ma KurtCobain, così si chiama il pastore australiano, è una creatura particolare: è un cane parlante, profondo conoscitore del grunge e del cinema indipendente americano. Tra il potenziale cieco, Elias, e la potenziale guida si instaura fin da subito un rapporto simbiotico. Così, mentre la patologia appare stabile, i due cercano di sfondare nel mondo dell’editoria e del cinema. Saimo Tedino ha 38 anni, nel 2005 si laurea presso la facoltà di Scienze Politiche con una tesi sul cinema di guerra italiano dal 1945 al 2004. Amante del cinema indipendente, ha curato vari cortometraggi. “Cani soli di mezza taglia” è il suo secondo romanzo.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*