Una serata in ricordo di Romano Conti: a Villa Scarfantoni l’omaggio del Lions Club Prato Datini

“Romano Conti: un visionario alla corte di calimara”. Si intitola così l’incontro, in programma per questa sera a Villa Scarfantoni, organizzato a partire dalle 19.45 dal Lions Club Prato Datini. “Sarà una serata impegnata e scoppiettante. Ci sarà inoltre l’introduzione di un nuovo socio – spiega il presidente Fernando Meoni -. Vedremo un filmato, racconteremo la storia di un uomo, parleranno persone. Crediamo ci siano persone che hanno attraversato il nostro tempo e che hanno dato più di quanto abbiano ricevuto. Romano Conti si è congedato dalla società e dalla vita in maniera ingiusta e triste. Lo vogliamo ricordare nella speranza che qualcuno raccolga il testimone e faccia giustizia almeno nella memoria”.

Romano Conti morì nel 2014, all’età di 76 anni. L’ex patron della Centro Matic è stato protagonista della scena pratesi a cavallo tra gli anni ’80’ e ’90. Il successo della propria azienda Centro Matic ( specializzata nella costruzione di lettori ottici) con sede a Campi Bisenzio,  fece innalzare alle cronache cittadine l’imprenditore Conti. L’imprenditore si rese  molto attivo anche nel campo dello sport, portandosi ad passo dall’acquisto dell’A.C. Prato ( la trattativa con la famiglia Toccafondi fu vicinissima alla chiusura), del quale è stato sponsor per diversi anni, successivamente protagonista con la squadra di pallavolo che fece crescere in maniera esponenziale fino a renderla protagonista nella massima serie.  Romano Conti, entrò anche a far parte dell’azionariato di Tv Prato, aiutando l’emittente pratese a rinnovarsi e fare il salto di qualità. A metà degli anni novanta, Romano Conti dovette fare i conti problemi con problemi giudiziari che ne sancirono l’uscita dalla scena cittadina e da tutte le realtà nel quale era coinvolto. Nel 2012, dopo un lungo periodo di assenza,  il ritorno in pubblico con la pubblicazione del libro autobiografico “Con il prosciutto sugli occhi” nel quale raccontava la propria verità riguardo la propria storia.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*