Baldi: “Cenni fu preferito a Milone grazie a noi. Il PdL non lo ha mai abbandonato” VIDEO

Come facilmente ipotizzabile, la rivelazione fatta dall’ex sindaco Roberto Cenni in occasione della registrazione di una delle puntate di “40 di NOI”  – il nuovo format di Tv Prato – ha suscitato le prime reazioni in città. “Sono meravigliato e sorpreso dalle parole di Cenni, per il quale continuo a nutrire una profonda stima, ma ci tengo a precisare che il PdL non ha mai mancato di sostenerlo durante il suo mandato di sindaco” ha commentato Roberto Baldi, ex capogruppo del Popolo della Libertà dal 2009 al 2014. Baldi conferma la ricostruzione dei fatti fornita dall’ex primo cittadino riguardo all’incontro avvenuto a Roma il 2 luglio 2009, con i vertici del PdL che sollecitarono una diversa composizione della giunta comunale, ma ricorda al contempo che la civicità del mandato di Cenni non venne mai messa in discussione dal partito.
Baldi svela anzitutto che la candidatura di Roberto Cenni fu tutt’altro che scontata. Inizialmente i vertici nazionali del Pdl avevano deciso di puntare su Aldo Milone, poi divenuto assessore alla sicurezza della giunta Cenni, forti di alcuni sondaggi incoraggianti. Fu poi il Pdl pratese a fare pressioni per una candidatura civica, quella di Cenni appunto, che in un secondo momento ottenne il via libera dai piani alti del partito. “L’appoggio del centrodestra a Cenni non è mai venuto meno, anche nei momenti più difficili” aggiunge Baldi, riferendosi alla richiesta di dimissioni avanzata dal PD.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*