Cenni “scaricato” dal Pdl prima dell’inizio del mandato: la rivelazione dell’ex sindaco a “40 DI NOI” VIDEO e FOTO

“Scaricato” dall’allora Popolo della Libertà ancor prima di dare formalmente l’avvio al suo nuovo mandato da sindaco di Prato: l’ex primo cittadino, Roberto Cenni, rivela a distanza di anni i retroscena di quanto accaduto a Roma, in una riunione nella sede del partito, il 2 luglio del 2009. La dichiarazione, raccolta dalle telecamere di Tv Prato, è stata resa da Cenni durante la registrazione della puntata dedicata agli anni Duemila di “40 Di Noi”, il nuovo format della tv che ripercorre i quattro decenni di storia della provincia e dell’emittente.

Come emerso nel corso e poi a margine della registrazione al Teatro Borsi, pochi giorni dopo il ballottaggio che sancì la vittoria di Cenni – e che permise di strappare, dopo 60 anni, la guida della città alla sinistra -, l’imprenditore della Sasch si recò a Roma per fare il punto con i vertici del partito, tra cui il coordinatore nazionale Denis Verdini e il coordinatore provinciale Riccardo Mazzoni. Un incontro formale per complimentarsi per la vittoria ottenuta che, invece, si trasformò in una doccia fredda per Cenni: la riunione durò alcune ore, con momenti di tensione. Al centro della discussione, la nuova formazione della giunta comunale di Prato che trovò le due parti in disaccordo. L’ex primo cittadino, in quella occasione, si “ribellò” alle pressioni che venivano dal partito, che avrebbe gradito altri nomi e una differente ripartizione delle poltrone. Si venne quindi a creare una profonda frattura tra il Governo di Prato e il Pdl romano, di cui Cenni parla nell’intervista e la cui versione integrale sarà trasmessa nella terza puntata di 40 Di Noi, martedì 1° maggio, alle 21.20 su Tv Prato.

La nuova trasmissione sarà in onda a partire da martedì 17 aprile, in prima serata, su Tv Prato: spazio, nella prima puntata, agli anni Ottanta, con ospiti e contributi inediti.

 

Foto a cura di Alessandro Fioretti. 

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*