Sori invia 35mila inviti alla rottamazione per recuperare tasse, tributi e multe non pagate

Multe stradali, violazioni su ICI, IMU TARI e imposte su pubblicità e suolo pubblico notificate entro il 16 ottobre 2017: per chi è rimasto indietro con i pagamenti c’è la rottamazione, che rende possibile saldare i debiti maturati nei confronti della pubblica amministrazione con uno sconto. Nel caso delle imposte comunali chi aderisce alla rottamazione non paga le sanzioni e le maggiorazioni, nel caso delle multe per violazione del codice della strada non paga gli interessi maturati.

Nelle scorse settimane Sori ha inviato circa 35mila inviti a contribuenti potenzialmente interessati alla possibilità di rottamare i propri debiti e fino ad oggi sono state concesse circa 3.800 rottamazioni per un importo di circa 6,5 milioni. La stragrande maggioranza, oltre tremila, sta saldando il debito attraverso la rateizzazione, alla quale si può aderire fino al 31 luglio 2018. Sono 30 i milioni di imposte, tributi o multe non riscossi dal Comune nel corso degli anni che si cercherà di recuperare.

La novità per i contribuenti pratesi è rappresentata del portale del contribuente. Sori infatti ha messo in piedi e inaugurato da poche settimane sul proprio sito (www.so-ri.it) il servizio che consente di verificare la propria posizione debitoria, individuare quali sono gli atti ammissibili alla rottamazione e le agevolazioni previste e, soprattutto, eseguire la propria rottamazione direttamente online.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*