Spaccio e rapina, sei arresti in poche ore da parte dei carabinieri. Il comandante Grandini: “Furti diminuiti grazie ai controlli a tappeto” VIDEO

Quattro spacciatori arrestati; una rapina sventata con altri due arresti effettuati e diverse denunce fra cui due giovani rumeni, pregiudicati, che da Firenze erano venuti a Prato, provvisti di attrezzi da scasso, probabilmente per commettere furti, nella frazione della Querce, dove sono stati bloccati. È il bilancio dei controlli straordinari del territorio effettuati ieri dai carabinieri, che hanno impiegato 50 uomini per presidiare le strade del centro e di alcuni quartieri periferici, con l’obiettivo di contrastare spaccio e microcriminalità.
Una strategia, condivisa in sede di Comitato per l’ordine pubblico, che ha portato nel primo trimestre di quest’anno ad una diminuzione del numero dei furti denunciati a Prato e provincia. I dati, che si riferiscono a tutte le forze dell’ordine, parlano di 236 furti in appartamento, rispetto ai 283 del primo trimestre 2017 (-16%). Netta diminuzione anche dei furti su auto in sosta (-34%) scesi da 546 a 360, mentre per i colpi messi a segno in danno di negozi, le recenti spaccate hanno fatto salire leggermente il conto, dai 136 casi del primo trimestre 2017, ai 144 di quest’anno.

Tornando agli arresti di ieri, in manette per rapina sono finiti un 39enne brasiliano e un 31enne marocchino, entrambi pregiudicati, che ieri sera, attorno alle 23 hanno spintonato e percosso un quarantenne pakistano per derubarlo del cellulare e di 20 euro. La vittima stava tornando da lavoro ed è stato aggredito nei pressi della stazione centrale, dove poco dopo, una pattuglia del radiomobile ha rintracciato ed arrestato i responsabili.
I quattro spacciatori arrestati sono un 19enne marocchino, sorpreso a Grignano con 7 dosi di cocaina nascoste negli slip; un 42enne marocchino bloccato dai militari della Tenenza di Montemurlo in via Vittorio Veneto a Prato, poco sopo aver venduto una dose di hashish ad una ragazza minorenne di Vernio. Al pusher sono stati sequestrati altri 22 grammi di droga e 100 euro in contanti. In manette sono finiti anche un nigeriano trovato con indosso alcuni grammi di cocaina in piazza Duomo e un suo connazionale, già detenuto, a cui è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare perchè responsabile di diversi episodi di spaccio ricostruiti dai carabinieri.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*