Alla scoperta delle case famiglia del Santa Rita, su Tv Prato andrà in onda “Una normale meraviglia”

Una produzione televisiva per raccontare il lavoro della Fondazione Onlus Opera Santa Rita: andrà in onda martedì 22 maggio – proprio in occasione del giorno di Santa Rita da Cascia – alle ore 21:20, la prima puntata di “Una normale meraviglia”, su Tv Prato, emittente che ha curato la produzione e che ospiterà nel suo palinsesto tutto il format, a partire – come detto – dalla prossima settimana.

Quattro puntate dalla durata di circa 40 minuti ciascuna, con la partecipazione di altrettanti ospiti d’eccezione: la presidente dell’Opera di Santa Croce e della Fondazione per le arti contemporanee in Toscana Irene Sanesi, l’ex presidente della Provincia di Prato Daniele Mannocci, la cantante Amara e l’attore Luca Calvani saranno i quattro “volti noti” che verranno accompagnati alla scoperta delle comunità e delle Case Famiglia del Santa Rita. Insieme a loro, i telespettatori potranno conoscere l’instancabile lavoro degli educatori e le storie di chi, ogni giorno, frequenta e vive nelle strutture della Onlus pratese.

“Partiamo dal presupposto – sono le parole del presidente della Fondazione Opera Santa Rita, Roberto Macrì – che il Santa Rita rappresenta una realtà che esprime tante cose belle: la nostra è una storia costruita ogni giorno da tante persone, che si mettono a disposizione, con passione e professionalità, di ragazze e ragazzi con storie complicate e a volte difficili e che attraverso l’esperienza della nostra Onlus vengono accompagnati per riacquisire una loro dignità e un loro percorso positivo, recuperando quel senso di umanità che ognuno di noi deve avere.

Tutto questo spesso rimane sotto traccia, perché a volte, come si suol dire, il bene non fa notizia: perciò abbiamo pensato che fosse utile far conoscere il nostro mondo dall’interno, con lo spirito che ci caratterizza”.

In ogni puntata i personaggi che, a turno, si avvicenderanno, saranno invitati a entrare in tre o quattro strutture della Fondazione, ma i veri protagonisti saranno gli operatori e gli ospiti, con le loro storie e il loro punto di vista: infatti non mancheranno tante piccole e significative interviste, che aiuteranno gli spettatori a comprendere meglio ciò che, ogni giorno, accade all’interno delle Case famiglia e delle Comunità.

“Non crediamo di risolvere tutti i problemi – conclude Macrì – ma sicuramente ci sono tante cose che funzionano e moltissimi percorsi positivi che danno un ritorno importante non solo ai soggetti coinvolti, ma anche al contesto sociale e alla comunità territoriale in cui siamo inseriti. Tutto questo avremo modo di vederlo in tv, attraverso questo bel viaggio, che rappresenta, come sottolinea il titolo, una normale meraviglia”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*