Diciassettenne e diciottenne litigano con una prostituta e vengono rapinati da un parente della donna e da un complice

Due giovani richiedenti asilo hanno litigato con una prostituta nigeriana in piazza Stazione per il pagamento di una prestazione sessuale e sono stati rintracciati e rapinati poco dopo da due connazionali della donna, uno dei quali si è presentato come un suo parente. Vittime dell’aggressione, avvenuta nei pressi di Porta al Serraglio la notte tra sabato e domenica scorsa, sono un 17enne senegalese e un diciottenne gambiano, minacciati con dei cocci di bottiglia, malmenati, derubati delle collane indossate e costretti a consegnare i cellulari. Sul posto è giunta la polizia, allertata da alcuni testimoni per una violenta lite in strada. Gli agenti hanno arrestato i due aggressori, uno dei quali ancora brandiva un coccio di bottiglia, per rapina aggravata in concorso. Si tratta di un 33enne pregiudicato per reati di varia natura e un 34enne incensurato e regolare sul territorio.

Foto di archivio

1 Commento

  1. soldi per prostitute, collane, ma come cavolo fanno ad avere i soldi dei richiedenti asilo ?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*