Sigilli a una stireria tra Casale e Tobbiana: trovati tre dipendenti a nero

La squadra interforze ha sequestrato una stireria situata tra Casale e Tobbiana, gestita da un imprenditore cinese di 46 anni. Nel corso dell’ispezione, eseguita ieri mattina, sono stati identificati otto lavoratori – tutti cinesi – di cui tre non regolarmente assunti. Due di loro sono risultati clandestini e pertanto denunciati per il reato di ingresso e soggiorno illegale in Italia. Nei locali sono state riscontrate carenze igieniche sanitarie ed in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. Il titolare dell’azienda è stato denunciato per il reato di impiego e sfruttamento di manodopera illegale. Elevate anche sanzioni per 10.500 euro. Al controllo, coordinato dalla Questura, ha preso parte anche personale della Polizia Municipale, Ispettorato Territoriale del Lavoro, Asl, e Alia.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*