Aghi, inchiostri e cataloghi nella casa: tatuatore abusivo scoperto dalla municipale FOTO

Un tatuatore abusivo è stato scoperto dalla polizia municipale: si tratta di un cittadino cinese di 34 anni che esercitava l’attività un un appartamento al primo piano di un immobile nella zona di via Pistoiese. Dopo vari appostamenti, gli agenti di piazza Macelli lo hanno sorpreso mentre stava facendo un tatuaggio ad un cliente, in violazione delle normative igienico sanitarie.
L’attività è stata bloccata, ponendo sotto sequestro l’appartamento e tutte le attrezzature utilizzate, tra cui aghi di diverse misure, inchiostri di varie marche e colori, guanti in lattice, carta assorbente, pellicola trasparente, cataloghi di modelli e creme per la cura del tatuaggio.
Al 34enne sono stati contestati due verbali di violazione amministrativa, in quanto esercitava senza titolo autorizzativo e in mancanza dei requisiti professionali.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*