Cambia il porta a porta in centro: ecco le novità e le strade interessate

Novità in vista per il porta a porta in centro. Cambiano orari, modalità di esposizione e di raccolta. Il cambio comincerà a partire dal 18 giugno e riguarderà alcune strade e piazze del centro dove insistono numerosi locali che lavorano di sera. Via Cairoli, via Magnolfi, via Garibaldi, viale Piave, via Santa Trinita sono solo alcune delle strade interessate dal nuovo servizio, che riguarderà anche le piazze principali racchiuse nella cinta muraria. Il cambiamento riguarderà le utenze domestiche, quelle non domestiche e i locali notturni. Le utenze domestiche dovranno esporre il rifiuto la mattina del giorno di raccolta tra le 7 e le 8. I giorni di raccolta restano gli stessi di prima, invariata anche la raccolta del vetro. Le utenze non domestiche dovranno esporre i rifiuti la mattina della raccolta tra le 9 e le 9,30. Anche in questo caso invariati i giorni e la raccolta del vetro. I rifiuti organici dovranno essere esposti utilizzando gli appositi sacchi forniti da Alia, senza la necessità del bidoncino.
Per quanto riguarda i locali notturni potranno esporre i rifiuti alla chiusura. In questo caso la novità sarà attiva fino al 1 ottobre.
La raccolta partirà dalle 5, con l’obiettivo di finire verso le 10,30 e sgomberare per quell’ora i rifiuti dal centro.
Alia in questi giorni sta avvertendo tutte le utenze interessate al cambiamento. Altra novità in arrivo per il centro è Vorax, la macchina aspiratrice che sostituirà lo spazzamento a mano.

Ecco le vie, piazze e vicoli interessate dalla riorganizzazione del servizio:
Largo G. Carducci; Piazza Buonamici; Piazza degli Innocenti; Piazza del Comune; Piazza Duomo; Piazza San Domenico; Piazza San Francesco; Piazza S.M. delle Carceri; Piazza S.M. in Castello; Piazza Sant’Antonino; Porta Santa Trinita; Via B. Cairoli; Via C. Guasti; Via de’ Sei; Via dei Cimatori; Via dei Lanaioli; Via dei Migliorati; Via della Fortezza; Via dell’Accademia; Via G. Magnolfi; Via G. Garibaldi; Via C.Guasti; Via G. Mazzoni; Via G. Verdi; Via J. Modesti; Via Pugliesi; Via Ricasoli; Via San Bonaventura; Via San Giovanni; Via Santa Trinita; Via Settesoldi; Viale Piave; Vicolo de’ Bardi; Vicolo de’ Neroni; Vicolo degli Inghirami; Vicolo dei Bizzochi; Vicolo dei Bocchineri; Vicolo dei Bonconti; Vicolo dell’Opera; Vicolo Fior di Vetta.

“Abbiamo lavorato insieme ad Alia per trovare un compromesso che accordasse le necessità di tutti gli utenti, migliorando il decoro e  la vivibilità del centro storico sia per i cittadini che per i turisti – ha dichiarato Filippo Alessi, assessore all’Ambiente del Comune di Prato. –  Proseguiamo sulla strada della raccolta porta a porta perchè ad oggi è l’unica tecnica che consente un’efficace e sostenibile separazione dei rifiuti, non paragonabile a quella ottenuta ad esempio con i cassonetti interrati; puntiamo ad incrementare ancora di più la quota di rifiuti differenziati raccolti nel centro storico, che dati alla mano risulta da sempre inferiore rispetto ad altre zone della città”.

“Su richiesta dell’Amministrazione Comunale– ha dichiarato il vicepresidente di Alia Sandro Lascialfari –  Alia ha pianificato la trasformazione del sistema di raccolta rifiuti  tenendo conto delle esigenze delle diverse utenze presenti nel centro storico. L’obiettivo è garantire un maggior decoro ed una migliore fruibilità del cuore della città, riducendo quanto più possibile i disagi causati dallo svolgimento delle nostre attività. A Prato la raccolta differenziata supera stabilmente il 70% e contemporaneamente continua a crescere la qualità dei materiali avviati a riciclo o compostaggio: per la buona riuscita  di questo progetto è fondamentale la corretta partecipazione delle utenze coinvolte”.

“Chiediamo alle utenze la massima collaborazione nel rispettare le nuove modalità di esposizione – ha dichiarato Luca Silvestri, Direttore Servizi Alia area pratese – I nuovi orari sono studiati per limitare alla fascia mattutina l’esposizione dei rifiuti; in più  l’utilizzo per la frazione organica dei  soli sacchi senza il bidoncino, evita lo stazionamento dei contenitori – svuotati – tutto il giorno fino al rientro degli utenti. Importante anche l’adozione del nuovo aspiratore elettrico, che permette di effettuare una pulizia di dettaglio delle aree pedonali e stradali, potendo essere utilizzato anche quando la presenza di avventori è massiccia, senza causare disagi”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*