Studente in alternanza scuola-lavoro perde falange. Il Ministro Bussetti: “Fatto grave, subito verifiche”

“Immediati approfondimenti” sul caso del ragazzo rimasto ferito ieri durante l’Alternanza Scuola-Lavoro in un’officina meccanica a Montemurlo, sono stati avviati dal Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti. “Quanto accaduto è grave e richiede una verifica puntuale. Se ci sono stati errori, se quell’accordo non è stato rispettato, occorre intervenire con fermezza. Le attività effettuate dai ragazzi devono svolgersi sempre in condizioni di massima sicurezza. Non possiamo permettere in nessun modo che sia messa a rischio l’incolumità degli studenti partecipanti”. Il tema dell’incolumità degli studenti sarà, tra l’altro, all’attenzione della prossima riunione dell’Osservatorio sull’Alternanza.

Anche la Regione sollecita una verifica puntuale sul caso “per capire se ci sono stati errori o se le norme di sicurezza sono state ignorate”. Ad affermarlo è l’assessore toscano all’istruzione formazione e lavoro Cristina Grieco. “Esprimendo la vicinanza della Regione al ragazzo ferito e alla sua famiglia – ha detto l’assessore – accolgo con apprezzamento l’approfondimento chiesto dal ministro dell’Istruzione. Mi auguro che si riesca al più presto a ricostruire la dinamica di quanto accaduto. Perché, anche per il futuro, non possono esserci dubbi o incertezze sulle modalità di attuazione di un istituto importante come la scuola-lavoro, che rappresenta una significativa innovazione per migliaia di studenti delle suole superiori e che, fino ad oggi, è stata attuata, anche nelle scuole della Toscana, senza far registrare particolari problemi, nonostante i numeri elevatissimi di alunni interessati per ciascun indirizzo scolastico”.

Il giovane rimasto ferito è un 17enne, impegnato nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro, che ieri si è ferito alla mano mentre lavorava a un macchinario; l’incidente ha causato l’amputazione della falange dell’anulare della mano sinistra.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*