5G, pronto il bando per l’assegnazione delle frequenze: Prato in prima linea nella sperimentazione

La sperimentazione del 5G entra nel vivo. E’ già pronto, infatti, il bando di gara per l’assegnazione delle frequenze radioelettriche che darà il via a una nuova era tecnologica per il nostro Paese. L’annuncio è stato dato in questi giorni dal ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio. Un bando che garantisce continuità all’ottimo lavoro fatto in passato, come sottolineato dal ministro.
Inizia così una nuova tappa del percorso che – ha affermato Di Maio – “porterà l’Italia a dotarsi di una tecnologia innovativa, la rete 5G, che non è semplicemente un’evoluzione del 4G, ma è una piattaforma che apre nuove opportunità di sviluppo per il nostro sistema economico, una tecnologia che rappresenta un punto di rottura con il passato, sia per quanto riguarda la velocità sia il tempo di latenza, e offre potenzialità enormi sul fronte dei servizi che potranno essere sviluppati”.
La sperimentazione del 5G – lo ricordiamo – vede protagonista anche Prato, una delle cinque città italiane individuate dal precedente Governo, con il sottosegretario allo sviluppo economico Antonello Giacomelli in prima linea, per lo sviluppo di questa nuova tecnologia.
Le domande di partecipazione al bando per l’assegnazione dei diritti d’uso delle frequenze, dovranno essere presentate entro il 2 agosto, dopodiché entro il 10 settembre le imprese ammesse alla procedura dovranno presentare la propria offerta economica sulla base degli importi minimi di aggiudicazione previsti nell’avviso di gara e nel relativo disciplinare.
“Con la pubblicazione del bando e del disciplinare di gara, l’Italia si conferma tra i paesi leader in Europa per lo sviluppo del 5G” ha aggiunto Di Maio.

Intanto lunedì 16 luglio, alle ore 13, presso la sala stampa ‘Cutuli’ a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, verrà sottoscritto un protocollo d’intesa tra Regione Toscana, Comune di Prato e Fondazione Ugo Bordoni per creare un centro di competenze in ambiente 5G. Ad illustrare i contenuti interverranno la vice presidente Monica Barni, l’assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo, il direttore per l’organizzazione e la pianificazione strategica della Fondazione Ugo Bordoni Alessio Beltrame ed il sindaco di Prato Matteo Biffoni.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*