Dichiarato il fallimento del gruppo Grassi, ex colosso dell’edilizia

Il Tribunale di Prato ha dichiarato il fallimento del Gruppo Grassi, ex colosso dell’edilizia che nel 2011 aveva richiesto il concordato preventivo. La decisione è stata assunta dal giudice Raffaella Brogi che ha così accolto l’istanza di fallimento della società presentata nel maggio scorso dalla Procura, alla luce dell’incapacità della Grassi di adempiere al concordato. Una mossa tesa a tutelare eventuali beni ancora disponibili e soprattutto i dipendenti.

Nel 2011 la Grassi aveva fatto ricorso al Tribunale di Prato per evitare il fallimento tramite un concordato preventivo, che avrebbe permesso alla ditta di andare avanti per due anni, durante i quali i dipendenti – una settantina – hanno continuato a lavorare, con l’assicurazione che il concordato avrebbe salvaguardato le loro retribuzioni. Ma così non è stato, tanto che in più di una circostanza gli ex dipendenti dell’azienda edile hanno dato vita a presidi e manifestazioni per protestare contro il mancato pagamento di stipendi arretrati, relativi al periodo ottobre 2010-maggio 2011, che ammontano a circa 650mila euro.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*