Donna rapinata nel sottopasso al cimitero di Chiesanuova, 37enne fiorentino condannato a 4 anni e 8 mesi

E’ stato condannato a 4 anni e 8 mesi di carcere, il 37enne fiorentino accusato di aver percosso e rapinato una donna pratese di 67 anni nel sottopasso sulla tangenziale a Chiesanuova, dove in quel periodo si verificarono diversi scippi in danno di persone anziane, alcuni dei quali ricondotti ad un altro scippatore seriale. L’allarme per i ripetuti episodi, nonostante la presenza di telecamere di videosorveglianza, spinse i comitati e i cittadini a protestare per chiedere maggiore sicurezza.
I fatti risalgono all’ottobre 2013: la donna, accompagnata dalla figlia, si stava recando a piedi, di giorno, al cimitero quando è stata raggiunta dal malvivente che ha spintonato le due donne e ha strappato la borsa alla più anziana, per poi fuggire in sella ad una bicicletta. La 67enne rimase ferita e si fece refertare in ospedale.
Grazie alla descrizione, la polizia riuscì ad individuare il sospetto, che fu riconosciuto 12 giorni dopo dalle vittime. Il sostituto procuratore Laura Canovai aveva chiesto la condanna a 6 anni e 3 mesi per l’imputato, difeso dall’avvocato Giacomo Amidei. Il Tribunale ha invece escluso la recidiva infraquinquennale e ha determinato la pena di 4 anni e 8 mesi, oltre a 1.400 euro di multa, per rapina aggravata e lesioni.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*