Rissa con sparatoria alle Cascine di Tavola: si aggrava uno dei feriti, trasportato con l’elicottero a Firenze

Si è aggravato ed è stato trasportato con l’elisoccorso a Firenze il 40enne cinese rimasto gravemente ferito nel regolamento di conti con tanto di sparatoria tra bande, avvenuto una settimana fa nel parcheggio all’ingresso delle Cascine di Tavola. L’uomo fu colpito con un’arma da taglio; particolarmente gravi le ferite procurate da alcuni fendenti al torace. Poco dopo la rissa, il 40enne fu abbandonato nei pressi dell’Esselunga di Pratilia, dove arrivarono i primi soccorsi. Nella stessa serata, accompagnati da amici che sarebbero estranei ai fatti, sono poi giunti all’ospedale altri due cinesi coinvolti nella rissa, uno dei quali in codice rosso. Nessuno ha riportato ferite da arma da fuoco. Sul caso, proseguono le indagini dei carabinieri: la pista privilegiata è quella di uno scontro tra bande di cittadini orientali per il controllo della prostituzione in appartamenti. Già in passato erano emerse alle cronache vere e proprie rese dei conti all’arma bianca tra bande che si volevano accaparrare la protezione delle lucciole, intascando una sorta di pizzo.
L’episodio alle Cascine – che ha coinvolto una dozzina di cinesi – si inquadrerebbe in una sorta di “dimostrazione di forza” di un gruppo criminale nei confronti del gruppo rivale. Uno scontro violento, coltelli, spranghe – una delle quali è stata repertata dai carabinieri – che ha lasciato sull’asfalto e sulle auto in sosta numerose chiazze di sangue e che ha spinto alla ritirata la banda soccombente, la quale per guadagnare la fuga avrebbe esploso almeno 4 colpi di pistola. Il tutto, in pieno giorno, alle otto di sera, con il parco frequentato da tantissime persone. Le indagini del nucleo investigativo procedono anche attraverso le immagini delle tele-camere di videosorveglianza cittadine che possono risultare utili per individuare le auto di grossa cilindrata, tra cui forse anche una Porsche Cayenne, utilizzate per la fuga.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*