La polizia sgombera il presidio Cobas davanti al Panificio Toscano, quattro denunciati VIDEO

La polizia della Questura di Prato ha sgomberato un presidio indetto dai Cobas davanti al Panificio Toscano in via Onorio Vannucchi. Nella notte una cinquantina di persone ha impedito l’uscita dei mezzi dallo stabilimento con l’intento di bloccare il trasporto dei prodotti pronti per la consegna. I manifestanti stavano opponendo “resistenza passiva” per protestare contro i licenziamenti della Cooperativa Giano, che produce pane per conto del Panificio Toscano, marchio che opera nella grande distribuzione con stabilimenti a Prato e Collesalvetti.
Il sit-in di protesta ha richiesto l’intervento degli agenti di polizia che hanno sgomberato il picchetto davanti alla sede di via Vannucchi. Sono state identificate quattro persone, poi accompagnate in Questura per essere deferite all’autorità giudiziaria. Questa mattina la protesta dei lavoratori aderenti ai Cobas è proseguita con un nuovo picchetto davanti alla Questura di Prato.

 


In un comunicato Si Cobas parla di “intervento violento” contro i lavoratori in sciopero e di operai feriti. Il sindacato spiega i motivi del presidio: “Lo sciopero arrivava dopo il fallimento delle trattative con la Cooperativa Giano e dopo il vergognoso tavolo in prefettura che ha escluso il Si Cobas e portato al tavolo il sindacato complice Uil”. Sull’accaduto Si Cobas ha tenuto stamani una conferenza stampa a Firenze davanti alla sede di Unicoop: la Cooperativa Giano lavora per il Panificio toscano fornitore tra l’altro dei negozi Unicoop. “Altro che ‘codice etico’ tanto sbandierato dalla Coop” afferma Si Cobas che ritiene “doveroso ora iniziare una campagna di boicottaggio dei supermercati Coop”. L’agitazione sindacale, conclude Si Cobas, “continua ad oltranza” fino a quando “la Cooperativa Giano non deciderà di ricevere le richieste dei lavoratori, a maggior ragione dopo i gravissimi fatti di questa notte”.
La vertenza va avanti da tempo, Si Cobas chiede “la riassunzione dei delegati sindacali licenziati e rispetto del Ccnl di categoria, la fine dell’utilizzo illegittimo del Ccnl Multiservizi”.

 

Sotto il video dello sgombero pubblicato sulla pagina Facebook Firenze dal basso

 

 

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Presidio Cobas, il Questore: “Nessun operaio del Panificio Toscano tra i manifestanti” VIDEO | TV Prato
  2. L’annuncio di Panificio Toscano: “Rinunciamo alle esternalizzazioni e assumeremo i lavoratori della cooperativa” | TV Prato

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*